sabato 17 luglio 2010

Mozzarella in carrozza

Qui ci sono 32°, ed in teoria accendere la friggitrice dovrebbe essere il mio ultimo pensiero, anche considerando che qui sono sola e me la potrei cavare con un'insalata di tonno e pomodori. Ma era già qualche giorno che avevo comprato questo bell'oggettino ad una serata all'isola Tiberina organizzata e promossa dall'Ambasciata Giapponese.
Il destino naturale di questo mold sarebbe quello di creare dei tramezzini "saldati" e quindi con il ripieno completamente racchiuso al loro interno, però appena l'ho visto la prima cosa che mi è saltata in mente è stata la mozzarella in carrozza. Ho pensato: niente più rischio di trovarsi con mozzarella colante mente la si frigge, e poi vuoi mettere una forma così carina!!
Va da sè che la mamma mi si mangerà viva quando leggerà il post e scoprirà che ho fatto la mozzarella in carrozza senza di lei! Tranquilla mamma, te la rifaccio! :-)
Per 6 pezzi ( 2 persone):
4 fette di pancarrè di quelle lunghe, senza bordi
100 g di fior di latte
3 filetti di acciughe
1 uovo
pangrattato
sale
olio per friggere

Tritate con il coltello la mozzarella e dividete in due ogni filetto d'acciuga.
Ora stendete davanti a voi la prima fetta di pancarrè. Io preferisco queste fette lunghe perchè di solito sono più morbide e si rischia meno che si rompano.
Poggiate sopra il mold con il triangolino più piccolo rivolto verso il basso, in questo modo avrete la misura della quantità di ripieno che potete mettere. Farcite con la mozzarella ed un pezzetto d'acciuga, sfilate delicatamente lo stampo e coprite con una seconda fetta di pane. Ribaltate il mold ed utilizzatelo per tagliare ed allo stesso tempo "sigillare" il vostro piccolo tramezzino. Con ogni coppia di fette di pane vi verranno tre tramezzini.
Passate nell'uovo e nel pangrattato e friggete in olio bollente. Alla fine salate.
Io in quest'occasione l'ho accompagnato con delle semplici melanzane a funghetti.

4 commenti:

Lucia ha detto...

Wow! Uno strumento davvero fantastico! Così la mozzarella in carrozza diventa ancora più buona... Se fossi la tua mamma ti chiederei anch'io di rifarmela! :-)

La Gaia Celiaca ha detto...

la mozzarella in carrozza è una delle prove che esiste un0'intelligenza superiore al mondo :-)

e tu sei proprio coraggiosa, a friggere con questo caldo (e lo dico io che oggi ho fatto addirittura la frittura di pesce...)

Genny ha detto...

non scherziamo nemmeno! per friggere è sempre tempo!:D

Patty ha detto...

Ne ho una voglia matta. Userò la tua ricetta e la preparo oggi per pranzo! Ti faccio sapere. Un bacione, Pat