giovedì 7 ottobre 2010

Pastel de chocolate

Mi era rimasto nel "cassetto" delle cose da pubblicare il dolce della mia festa spagnola. Ed ora mi sembra proprio il momento di ritirarlo fuori, ora che vorrei tanto qualcosa di dolce. E' brutto vedere invecchiare le persone a cui si vuole bene, ma ancora più brutto è vedere gli occhi tristi di uno dei due nei momenti in cui l'altra lo prende per suo padre piuttosto che per suo marito.
Quindi ora vorrei qualcosa di dolce, ma in cottura ho solo delle fave e della cicoria, mi farò bastare questo post, e magari qualche quadretto di Ritter ( ma poi si chiamava si o no Tablò in origine??).
Allora, ricetta rigorosamente spagnola che gira qui in casa da moltissimi anni, regalo di un’amica di famiglia certa Maria Pilar. E’ un dolce davvero semplicissimo, e composto di tre ingredienti messi in croce. Non per questo però si può annoverare tra i dolci light, consiglio infatti porzioni piuttosto piccole!

Pastel de chocolate di Maria Pilar

Per 8 persone:
6 uova
500 g di cioccolato fondente
300 g di savoiardi
Latte e cognac o rum per bagnare i biscotti

Bagnare i biscotti nel latte con l’aggiunta di un goccio di cognac o rum e foderarci per bene uno stampo da zuccotto rivestito di pellicola. Nel frattempo mettere a sciogliere a bagno maria il cioccolato spezzettato.
Togliere il cioccolato dal fuoco e unire i tuorli uno a uno sbattendo bene. Montare gli albumi a neve fermissima e unirli al composto di cioccolato. Versare il tutto nello stampo rivestito di biscotti e lasciar riposare in frigo per qualche ora, meglio una notte intera. Sformate il pastel e decoratelo con ciuffetti di panna e ghirigori di cioccolato fuso.

9 commenti:

Fabiana ha detto...

Pochi ingredienti....ma quelli giusti per un'orgia di piacere...irrinunciabile!!!

Lacrima ha detto...

interessante questa ricetta! complimenti. come l'hai trovato il dolce? non e troppo cremoso?

La Gaia Celiaca ha detto...

questa sì che è una bomba. e poi sembra semplice. la terrò a mente...

Elisakitty ha detto...

Posso assicurare che è delizioso....
MMMH! :)

Giulia ha detto...

Che bomba!.. Di calorie e di felicità!
Eva, non essere triste, tutto passa, basta che stai vicina a quelli che ami..
baci

Lievito e Spine ha detto...

Eh sì, non si può negare che sia una bomba! Però non è troppo cremoso: la gran quantità di cioccolato fa sì che in frigo si compatti per bene!
Grazie e un bacio a tutte
eva

Lo ha detto...

il dolce è una bomba...e del ritter ma sai che ci penso da quando ti ho letto su fb....ma come capperi si chiamava??? strabacio

Lievito e Spine ha detto...

Non dirlo a me!! E' un incubo vero? Io ho il tarlo da 3 giorni! Comunque mi sto convincendo davvero fosse il Tablò.
Un bacio

Silvia ha detto...

Che meraviglia il dolce!!!
Secondo me il Tablò era diverso: più sottile e l'unica variante era fondente o al latte...