sabato 2 ottobre 2010

Pesto di pomodori secchi

Notizie buone e notizie cattive. Dunque, partiamo con la notizia buona, e se vogliamo anche la più importante: oggi è la Giornata Nazionale del riciclo e della raccolta differenziata di qualità. Sapete bene quanto tenga all'argomento e quindi non esito un momento nell'invitarvi a dare un'occhiata al Decalogo messo a punto da Conai (niente di sconvolgente, va detto; però per un neofita è un buon punto di partenza) e soprattutto a fare un salto nelle piazze a fare una chiacchierata con gli operatori della vostra città, che per la mia esperienza sono sempre disponibilissimi.
Ed ora le dolenti note. Mi ero svegliata di ottimo umore, sapendo che oggi, finalmente avrei ritirato il nuovo motorino elettrico bicolore; in realtà poi la mattinata ha preso presto una brutta piega. Il meccanico è stato davvero molto carino: ha passato 2 giorni per assemblarlo come volevo e poi in mia presenza l'ha lavato, asciugato e lucidato con non so che roba. Un trattamento che veramente, neanche se mi fossi comprata una Porsche! Poi decidiamo cosa vale la pena tenere del vecchio motorino come ricambio e lui procede allo smantellamento. Solo il tuo meccanico si può rendere conto di come sia brutto vedere "l'autopsia" (giuro, parole sue!) del proprio motorino, ma tutto sommato era più una donazione-pezzi per quello nuovo.
Ma insomma, felice come una pasqua inforco il nuovo motorino scintillante e vado; prestissimo inizio ad avere qualche problema, ma penso sia perchè forse è scarico. Poi una volta attaccato alle paline non dà segni di vita. Insomma ora sono un po' demoralizzata, e mi chiedo quanto reggerò e come andrà a finire se già parte così male.
Chissà, speriamo in bene.
Nel frattempo mi sono innamorata del libro della Bibliotheca Culinaria sul Pesto, e da questo ho tratto questa ricettina, perfetta per sfruttare l'ultimo basilico del mio orticello.

Pesto di pomodori secchi

250 g di pomodori secchi sott'olio
2 scalogni tritati
100 g di noci di macadamia
2 cucc. di aghi di rosmarino tritati
50 g di foglie di basilico
120 ml di olio dei pomodori secchi
120 ml di olio e.v.o.
2 cuc.ni di succo di limone
sale

Riunite tutti gli ingredienti nel boccale del mixer e frullate il tutto. Tutto qui. Utilizzate questo pesto per condire la pasta, come per un pesto tradizionale.
Potete conservare il pesto qualche giorno in frigo coperto da un filo d'olio oppure in freezer.

4 commenti:

Giulia ha detto...

Eva, mia cara, riporta subito il motorino dal meccanico, magari c'è stata una piccola svista...
Che particolare il tuo pesto, con macadamia!.. Lo usi per condire la pasta?..
Baci-baci

Lievito e Spine ha detto...

Uh, accidenti hai ragione! Non ho scritto l'utilizzo! Comunque sì, io ci condisco la pasta, come un pesto classico.
Un bacio

La Gaia Celiaca ha detto...

mi piace molto l'idea del pesto con i pomodori secchi, che adoro.

per il motorino concordo con giulia, riportalo subito dal meccanico, mica può lasciarti a piedi così, il primo giorno!!!!

Kitty's Kitchen ha detto...

Avevo letto su FB... Ma cavolo ora ho capito la dinamica precisa.
Dai che io incrocio le dita perchè il problema si risolva presto!
Buono il pesto, e deve essere crino anche quel libretto.

Un ultima cosa:
Your order has been updated to the following status:
New status: Shipped

:)