martedì 24 novembre 2009

Un forno pieno di...

...biscotti e 33 giri.
No, non sono impazzita, ma vista la settimana europea per la riduzione dei rifiuti ed il fatto che sono bloccata a casa per qualche giorno, mi dò da fare.
Questo è un modo molto carino per trovare un utilizzo a quella valanga di 33 giri chiusi nell'armadio che ormai non si ascoltano più, rendendoli ciotole o svuota tasche.
E' molto facile, e se si ha già il forno caldo dalla cottura dei biscotti non si può proprio resistere.


Mettete su una teglia una bastardella capovolta o comunque una ciotola che resista al calore. Poggiateci sopra il vostro disco e infornate a 200° per circa 1 minuto e mezzo. Pian piano vedrede il disco cedere e ammollarsi sempre più. Mi raccomando tenetelo sott'occhio che se si raggiungono i 2 minuti di cottura consistenza e lucidità del vinile saranno compromessi, come è successo a me per uno dei dischi.

Con delle presine prendete il 33 giri e mettetelo dentro ad un'altra ciotola in cui gli farete prendere forma e lo farete raffreddare. Ci vorranno una decina di minuti. Ed ecco qui, la vostra ciotolina bella e pronta!
Ed ora passiamo ai biscotti, che sono banalmente i Molinetti, la cui ricetta è data proprio dalla stessa casa produttrice sulla confezione dei biscotti.
Quale migliore occasione per farli se non questa settimana: un pacchetto in meno, anche due!
Molinetti
500 g farina 00
80 g di fiocchi d'avena macinati
65 g di farina di grano saraceno
120 g di zucchero di canna
90 g di zucchero semolato
180 g di burro fuso
1 uovo
80 g di latte
1 bustina di lievito
zucchero di canna per spolverare

Mescolate il burro ai due zuccheri, aggiungete l'uovo, il latte ed infine il mix di farine e lievito. Io avevo in casa i fiocchi d'avena interi e così li ho semplicemente tritati con il mixer lasciandoli un po' grossolani. Impastate bene, stendete ad uno spessore di circa 7 mm e tagliate con il tagliabiscotti che preferite. Spolverate con lo zucchero di canna e infornate a 180° per 20-25 min.
Sono buonissimi, forse leggermente meno dolci degli originali, ma per me è solo un pregio.

9 commenti:

Silvia ha detto...

O mamma mia, che dischi hai usato???
Vabbé il riuso, ma non potevi limitarti a scatole e bottigile?
:(

Lievito e Spine ha detto...

Tranquilla, erano canti russi e cose del genere. I beatles sono rimasti al loro posto! ;-)

Federica ha detto...

mmm..te ne rubo uno!

Silvia ha detto...

Canti russi??? Se ti becca papà...

Giulia dans le noir ha detto...

Ciao ^_^ E' bellissima la tua idea di riutilizzare in maniera così originale delle cose che non utilizzavi più, trovando loro un nuovo più utile utilizzo, non limitandoli a gettarli via o a tenerli in casa a prendere polvere e spazio... Complimenti per la creatività!
E brava anche per i biscotti... adoro i Molinetti... Penso però di non poterti emulare, c'è troppo burro e il colesterolo elevato me lo vieta :-(
Con l'olio credo non verrebbero affatto la stessa cosa, eh? ;-)
buona serata
un abbraccio

Giulia

Simoncina ha detto...

Geniale...appena ritrovo i vecchi vinile...^_^
Belli e buoni anche i biscottini! ^_^

marsettina ha detto...

splendide idee!

Lo ha detto...

ma è un'idea meravigliosa...e poi è davvero bello...e i biscottini lo valorizzano

artetecaskitchen ha detto...

Fantastico ... pefetto pe regali di natale.
Ti copio subito e ti lascio i miei recapiti.
Fabrizio