domenica 29 novembre 2009

Germogliatore fai da te

Chiudiamo la Settimana Europea per la Riduzione dei rifiuti con un modo per riutilizzare le vaschettine di plastica da alimenti: il germogliatore!!!
Ci sono molti modi per ottenere i germogli, utilissimi nella nostra dieta, ma questo mi sembra il più pratico, senza pasticci di garze, bambagia o cose simili. Senza contare tra l'altro che i germogliatori che vendono (anche a 30€) sono banalmente proprio solo dei "contenitori a livelli" di plastica).
I germogli sono davvero un alimento incredibile, perchè contengono in percentuale molte più vitamine e sali minerali di quello che sono destinati a diventare "da adulti".
I semi più comuni (e buoni) da utilizzare sono, oltre la soia, l'alfa-alfa, il crescione, la senape, ravanello, cavolo, finocchio. Va da sè che è indispensabile che i semi siano bio!
Nelle catene di negozi bio si trovano dei pacchetti di semini apposta che costano circa 1€ per 100g. Tutto sommato è molto poco considerata l'altissima resa una volta germogliati.

Io ho utilizzato queste vaschettine tonde usate per un formaggetto fresco. Erano mesi che volevo costruirmi un germogliatore e accumulavo piano piano i contenitori nel mio armadietto a lavoro.
Ed ecco quello che ci ho fatto.
Avevo previsto di fare un germogliatore a 5 livelli, ma poi in realtà era un po' eccessivo e mi sono limitata a tre (più un altro da due!!)
Applicate con una colla potente sul lato inferiore di ogni vaschetta tre o quattro vecchi bottoni che serviranno a rafforzare i punti attraverso cui farete passare i fili.
Praticate ad ogni vaschetta tanti forellini con un chiodo incandescente e, probabilmente con un chiodino più sottile o un ago, i forellini corrispondenti ai buchi dei bottoni. Occhio a fare i fori nel verso in cui poi dovrà scendere l'acqua in modo da evitare il fenomeno per cui l'acqua forma quel piccolo velo senza scolare del tutto.

Prendete un filo da pescatore (quelli di nylon trasparenti) e fatene tre mazzetti da 4 fili della lunghezza pari all'altezza totale del germogliatore. Io ho calcolato una distanza tra una vaschetta e l'altra di 10 cm più i nodi e l'estremità ad occhiello che servirà poi per appenderlo.
Ovviamente serve un mazzeto per ogni bottone che avete incollato.
Prendete uno dei mazzetti e fate passare il filo a due a due attraverso il primo bottone e fate un doppio nodo ben aderente alla superficie della vaschetta.
Fate altrettanto con gli altri due mazzetti in modo da completare il primo livello.
Misurate 10 cm, fate un altro nodo ad ogni mazzetto da 4 e passate attraverso il bottone della seconda vaschetta.
Fate attenzione che i bottoni siano ben corrispondenti. Nel mio caso le vaschette erano divise in 8 triangolini, ed avendo bisogno di 3 bottoni non erano distanti in modo pari l'uno dall'altro, quindi le mie vaschette avevano un "verso". Se non si bada alla corrispondenza si rischia di avere un germogliatore tutto sbilenco.
Quando avrete completato i tre livelli raggruppate tutti i fili e create un occhiello con cui appenderete il vostro germogliatore.
Mettete un cucchiaio raso di semi in ogni vaschetta e passate sotto il getto dell'acqua un paio di volte al giorno. Abbiate l'accortezza di tenere il germogliatore al riparo dalla luce per i primi due giorni ( io lo tengo coperto da un canovaccio) e dopo 3-7 giorni, dipende dal tipo, avrete i vostri bei germogli.
Sciacquateli, eliminate le pellicine vaganti e conservateli in frigo in un contenitore. Si tengono 2-3 giorni.


8 commenti:

Genny ha detto...

ho appena comprato i semi per i germogli..fantastica l'idea del germogliatore fai da te:D

fantasie ha detto...

Mi sono piaciute tutte le tue idee di riciclo e le attuerò tutte!
Brava!!!
Baci
Stefania

Lievito e Spine ha detto...

Sono molto contenta vi siano piaciute! Un bacio!

Danda ha detto...

Che ideona!
Ne avevo visto un altro di germogliatore fatto dalla blogger Luby, e ora mi avete fatto venire voglia di germogli, anche perché, comprandoli spesso al supermercato bio ci vengono a costare un po'. Poi a volte ce li dimentichiamo in frigo e son da buttare.
Così potremmo coltivarli quando sappiamo di consumarli!
Grazie e complimenti per la tua settimana di riduzione dei rifiuti! Un abbraccio!

SUNFLOWERS8 ha detto...

Ciao felice di essere capitata sul tuo blog. La tua è proprio una bella ide, ci proverò ;)

sabri ha detto...

Ganza questa idea! Ci stavo pensando durante le vacanze di Natale al germogliatore... Mi sa proprio che mi scopiazzo il tuo! Ciao e grazie della visita

Giusy Oddo ha detto...

Ciao ma posso utilizzare anche le vaschette della ricotta?

Lievito e Spine ha detto...

Ciao Giusy, direi di si, anche se devi fare attenzione perchè con certi tipi di semi più piccoli i fori dei cestelli da ricotta potrebbero essere troppo larghi.